CALCOLI DI STRUVITE NEL CANE

ISTITUTO FAUNO - CALCOLI RENALI

CONSIGLI E RIMEDI UTILI PER AIUTARE IL NOSTRO AMICO IN DIFFICOLTÀ

Oggi è in aumento il numero dei cani che presentano calcoli, quasi sempre di struvite. Queste formazioni sono di natura infettiva, come conseguenza di una cistite, che altera l’equilibrio chimico delle urine. Il meccanismo alla base della formazione di calcoli di struvite è la capacità dei batteri di produrre sostanze capaci di alterare il pH urinario, rendendolo alcalino.

Si stima che circa il 50% dei calcoli nel gatto siano di struvite (gli altri sono in genere da ossalato di calcio oppure acido urico) ed ormai il 30% nei cani.

Occorre una diagnosi precisa perché alcune volte le formazioni sono miste e costituite da sostanze differenti.

Quali strumenti abbiamo a disposizione per sostenere l’animale in aggiunta alle terapie mediche?

Gli aspetti fondamentali su cui ci soffermiamo sono tre:

  • Dieta equilibrata che tenga il pH spontaneamente acidificato.
  • Fitoestratti che potenziano la risposta immunitaria alle infezioni urinarie.
  • Fitoestratti che, in assenza di ostruzioni delle vie urinarie, aumentino la diuresi e ripuliscano l’apparato.

1. CONSIGLI ALIMENTARI
Il principio generale deve essere quello di fornire un’alimentazione naturale e casalinga, con alimenti freschi. Aumentare la quantità d’acqua introdotta attraverso gli alimenti, è molto importante per consentire una produzione maggiore di urina e impedire di trattenere tossine nell’apparato. Quando parlo di acidificare le urine, parlo di mantenere il pH sotto i limiti della neutralità; in generale la condizione perfetta è quella che lo vede nel range di 5.5 e 6.8. La dieta deve essere costituita prevalentemente di proteine di alta qualità (sia di origine animale che vegetale), limitando l’introduzione di carboidrati (in particolare raffinati), e introducendo ad ogni pasto verdure cotte al vapore e ridotte in purea, come finocchio, zucca, cavoletti di bruxelles, lattuga e cavolo verza. È fondamentale aggiungere una integrazione di acidi grassi essenziali omega 3, vitamina E, vitamina C ed un buon probiotico specie specifico che garantisca lo sviluppo di specie batteriche eubiotiche, distruggendo quelle patogene. Sono da evitare tutti i cibi estrusi, quelli inscatolati e cotti a temperature elevate, i latticini, gli snack.

2. ERBE OFFICINALI CHE SOSTENGONO LA FUNZIONALITA’ RENALE ED AUMENTANO LA DIURESI

  • Altea officinale radice: è l’erba più comunemente raccomandata come trattamento naturale per i calcoli alla vescica, perché lenisce e lubrifica le mucose, migliora il transito dei piccoli calcoli verso l’esterno, riduce l'irritazione e limita la crescita batterica.
  • Tarassaco foglie: unisce al leggero effetto diuretico e antimicrobico, il sostegno all’emuntore fegato nella gestione di tossine e agenti patogeni aumentati.
  • Equiseto: erba officinale molto importante per la funzionalità renale, ha effetto diuretico e tonifica il sistema urinario.
  • Solidago: fondamentale per ridurre gli spasmi muscolari e l’infiammazione, si utilizza in presenza di calcolosi di diversa natura.

3. PREPARATI CHE SOSTENGONO IL SISTEMA IMMUNITARIO DELL’ANIMALE SOGGETTO AD INFEZIONI DEL TRATTO URINARIO

  • Echinacea: è forse il fitoderivato più conosciuto ed usato anche con gli animali, sia per le funzioni antiinfettive che come immunostimolante.
  • Succo d’aloe: antimicrobico, decongestionante, ricco di microelementi benefici, non altera il pH dei tessuti.
  • Mirtillo: la bacca di mirtillo è ha funzione antibatterica, antinfiammatoria e aumenta l'acidità delle urine. Il mirtillo eviterà inoltre l'adesione batterica alle pareti della vescica, rendendo più facile l'eliminazione naturale (controindicato nei casi di calcoli di ossalato!).
  • Olio di Krill: è una fonte di Omega 3, 6 e 9, Vitamine A ed E ed Astaxantina; Supporta il sistema immunitario e ha proprietà anti-infiammatorie.
  • Funghi Maitake: sono leggermente diuretici, stimolano il sistema immunitario e sono spesso raccomandati nelle cistiti ricorrenti.
  • Estratto di semi di pompelmo: ha azione antiinfiammatoria, antibatterica e sostiene il sistema immunitario grazie alla concentrazione di Vitamina C ed esperidina.

ATTENZIONE: per conoscere dosaggi e modalità di somministrazione dei preparati citati, dovete consultare il vostro veterinario o un naturopata specializzato nel benessere animale! Non procedete col fai da te, per evitare di arrecare ulteriori problemi all’animale!