L'AZIONE POTENTE DELL'AROMATERAPIA. GLI OLI ESSENZIALI PER GLI ANIMALI.

ISTITUTO FAUNO | Aromaterapia per animali

Gli oli essenziali sono composti aromatici volatili presenti in Natura che provengono da fiori, semi, corteccia e radici di piante. Sono insolubili o poco solubili in acqua e la loro azione dipende dalla corretta quantità e qualità del prodotto: l'olio essenziale deve essere puro al 100% e certificato. Diverse ricerche dimostrano che anche gli animali domestici, soprattutto cani e cavalli, ma anche quelli da fattoria, possono beneficiare delle straordinarie proprietà benefiche delle sostanze contenute negli oli essenziali a patto che non ci si improvvisi nell'utilizzo col rischio di intossicazioni. Gli oli essenziali svolgono azione antiinfiammatoria, antimicrobica, agiscono a livello del sistema nervoso con azione tonificante o ansiolitica.

Come si utilizzano negli animali?

L’utilizzo più frequente degli oli essenziali negli animali è quello della diffusione nell’ambiente oppure, quando opportunamente diluiti in olio vegetale vettore, l’uso locale sui polpastrelli, zoccoli e cute.

Alcuni degli oli essenziali considerati benefici per gli animali:

  • Lavanda: per la sua azione calmante, aiuta a ridurre ansia e agitazione. Usato localmente e sempre diluito in olio vettore, è utile in caso di dermatiti ed eczemi della cute.
  • Menta piperita: usato localmente nel cane, è uno degli oli più efficaci per tenere lontane nelle pulci. Non a caso è l’ingrediente principale delle formulazioni naturali di shampoo e repellenti contro i parassiti esterni. Per inalazione ha proprietà antipiretiche ed espettoranti delle secrezioni bronchiali.
  • Origano: eccezionale per le sue proprietà battericide, è ottimo per tutte le affezioni del tratto respiratorio, in presenza di muco e catarro.
  • Maggiorana: ottimo per sostenere la flora batterica intestinale alterata dai parassiti patogeni.
  • Elicriso: antiinfiammatorio, antiossidante, migliora lo stato del mantello e supporta il benessere del sistema nervoso e del cuore.

Come vengono assorbiti gli oli essenziali?

Quando sono inalati, attraverso il respiro raggiungono gli alveoli polmonari e di seguito il torrente sanguigno; dal sangue raggiungono ogni distretto dell’organismo e svolgono la loro azione.

Per via cutanea, grazie all’affinità con i lipidi di membrana cellulare, raggiungono facilmente il derma e il torrente sanguigno.

ATTENZIONE! Alcune precauzioni e raccomandazioni:

  1. Non somministrare per via orale! Gli oli essenziali non andrebbero mai aggiunti alla ciotola del cibo o dell’acqua.
  2. Sia i gatti che i cani hanno un senso dell'olfatto molto sensibile, quindi gli oli essenziali dovrebbero essere SEMPRE utilizzati in quantità estremamente ridotte e diluiti con un olio vettore, anche quando si applicano localmente, per esempio per trattare un eczema. Per questa ragione, è sconsigliato applicarli vicino alle mucose sia degli occhi, che di naso e orecchie. 
  3. I gatti sono particolarmente sensibili alla loro azione e la loro applicazione è estremamente ridotta.
  4. In caso di problemi renali e/o epatici, gli oli essenziali sono assolutamente sconsigliati.
  5. Nel caso in cui si scelga come utilizzo la diffusione nell’aria, attraverso gli apparecchi specifici, non forziamo gli animali a stare vicini al diffusore, ma lasciamogli sempre a disposizione una via di fuga.
  6. Alcuni oli molto utilizzati in campo umano, noti per le proprietà antibatteriche e antimicotiche, si dimostrano al contrario molto tossici negli animali. È il caso del tea tree oil per esempio che, soprattutto nel gatto non è tollerato.

Alcuni segni e sintomi di avvelenamento da olio essenziale nell’animale:

  • Respirazione difficoltosa.
  • Bava alla bocca.
  • Vomito.
  • Letargia o debolezza.
  • Tremori muscolari.
  • Rossore o ustioni su labbra, gengive, lingua o cute.
  • Difficoltà a camminare o andatura scoordinata.

Se dovessi notare anche uno tra i sintomi elencati, accompagna immediatamente il tuo animale dal veterinario e sospendi qualunque tipo di utilizzo dell’olio. Ricorda che ogni animale reagisce in maniera soggettiva, per cui anche oli dichiarati sicuri e adatti a quella specie, potrebbero causare reazioni avverse.

Attenzione al fai da te, per scegliere gli oli essenziali, gli utilizzi e le dosi, consulta sempre il veterinario e un naturopata specializzato.